Casa Noa: Phi Porte apre le porte al design

La storia di Phi Porte, azienda sarda, che con i suoi 70 rivenditori sparsi fra nord e sud, si sta facendo conoscere in tutta Italia
700x465 casanoa2

Oltre settanta rivenditori distribuiti nel nord e sud Italia, innovazione e capacità di interpretare diversamente i prodotti di design. Sono le caratteristiche di Phi Porte, l’azienda sarda specializzata nella creazione di porte in laminato e laccati - materiali in continua evoluzione e altamente personalizzabili, - che anno dopo anno si stanno facendo conoscere in tutto il mercato. Tantissime le proposte dell’azienda per armonizzare la casa, l’ultima in ordine di tempo è una linea di porte all’avanguardia per colori e linee. Il nuovo progetto è stato ideato da Francesca Picciau, Jorge Burguez e Ralf-Uwe Vollmer, architetti e interior designer, fondatori dello studio Aranxiu, sempre alla ricerca di bellezza e praticità.

“Noi italiani siamo da sempre produttori di qualità - dice Francesca Picciau - la qualità la abbiamo nel dna”, elemento questo che è stato assorbito pienamente nella nuova sfida dell’azienda. Per Phi Porte, infatti, hanno progettato porte semplici, puntando soprattutto sullo studio del colore e sul ritmo delle linee. “Quando si parla di colore, si fa comunemente riferimento alle colorazioni Ral o Ncs - evidenzia Jorge Burguez - noi abbiamo deciso di utilizzare altre armonie di colore”.

Il risultato è un caleidoscopio di venti colori personalizzati, densi, caldi e avvolgenti.

C’è il bianco cotone ma anche il bianco ostrica, il grigio corda e il grigio perla, il nero chiaro e il nero rosso, il mauve e il french, il fango e il pompeiano. Ma sono solo alcune delle tinte proposte. Ma non solo. “Tre neutri colorati con quattro tipi di varianti e otto colori - sostengono gli ideatorio - per porte che si adattano a ogni tipologia di parete, di arredo e di gusto”. Secondo quanto afferma il team di architetti è il contrasto il punto forte di queste porte, tecnologiche e d’innovazione: la scelta è stata quella di realizzarle solo in due versioni. Nessuna via di mezzo: lucide o opache.

Gli architetti e gli interior designer dello studio Aranxiu non si sono concentrati esclusivamente sul colore: hanno lavorato anche e soprattutto sui ritmi e sulle proporzioni delle linee, come lo dimostra la scelta offerta con la collezione Philia.

“Abbiamo portato avanti una rilettura dei ritmi classici e delle grafiche inglesi, enfatizzandole e adattandole al gusto moderno – precisa Ralf-Uwe Vollmer - preferendo ai colori Ral e Ncs quelli che si trovano in natura,  dotati di armonia, di un fascino e semplicità”. Il risultato è di porte dai colori unici, in grado di dare risposta a svariate esigenze estetiche, tecnologicamente avanzate, attente alla qualità e innovative. 


Scarica l'articolo

top
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni